Pablo Moreno Taboada


Scarpa d’oro della prima edizione del Memorial Varani, diventa il primo giocatore nella storia della rassegna a sfondare la doppia cifra con ben 19 reti realizzate in 6 incontri. Nelle prime quattro stagioni nella Masia del Barcellona realizza oltre 200 volte.


Moise Kean

Partecipa all’edizione 2013 del torneo realizzando due reti. Il 19 novembre disputa la prima partita in Serie A, subentrando a Mandzukic in occasione del successo per 3-0 della Juventus sul Pescara. Tre giorni più tardi debutta in Champions League rilevando Pjanic al minuto 84 del match con il Siviglia, divenendo così il primo Millennial ad esordire nella massima competizione internazionale per club. Il 27 maggio 2017, grazie al gol del successo siglato in casa del Bologna, diviene il primo calciatore nato nel terzo millennio a timbrare il cartellino in Serie A. Già punto fermo delle Nazionali giovanili, vanta 17 presenze e 8 centri con l’Under 17 azzurra.

Manuel Locatelli

Si aggiudica l’edizione 2011 del torneo e appena quattro anni e mezzo più tardi, il 21 aprile 2016, San Siro ne applaude il debutto in A contro il Carpi. Nella stagione 2016/2017 realizza le prime marcature tra i grandi, colpendo dalla distanza contro il Sassuolo e ripetendosi contro i campioni d’Italia della Juventus, quando batte Buffon con una parabola perfetta che decide l’incontro. Il 23 dicembre 2016, sempre contro i bianconeri, conquista la Supercoppa Italiana. Con le Nazionali giovanili ha preso parte agli Europei Under 17, Under 19 e Under 21.

Andrea Testi


Capocannoniere, insieme al compagno di squadra Gallo, nel Memorial del 2011, trascina il Racing Club fino alle semifinali e viene adocchiato dal Pescara, compiendo nella stagione successiva il grande salto tra i professionisti. Tornato in orbita Racing, il 22 gennaio 2017 fa il suo esordio tra i professionisti giocando da titolare la gara tra Racing Roma e Viterbese.


Davide Merola


Si laurea capocannoniere nel Memorial del 2013, confermandosi in seguito re dei bomber in un’altra kermesse internazionale: la Manchester United Premier Cup. Già punto fermo della Nazionale italiana Under 15, ha vinto gli scudetti Giovanissimi Nazionali nel 2015 e Under 17 A e B nel 2017.


Gianluca Scamacca


Trascina i Giovanissimi Nazionali della Roma alla conquista dello Scudetto di categoria nella stagione 2013/2014, realizzando la rete decisiva contro la Juventus nella finalissima. Titolare, sotto età, nell’Under 17 azzurra, nel gennaio 2015 si trasferisce agli olandesi del Psv Eindhoven dove debutta, ad appena 16 anni, nel Torneo di Viareggio. Tornato in Italia per vestire la casacca del Sassuolo, contribuisce allo storico successo degli emiliani al Torneo di Viareggio siglando la rete che prolunga ai supplementari la finalissima con l’Empoli e trasformando il rigore decisivo nella lotteria che assegna il trofeo.


Mihael Modic


Eletto miglior giocatore nell’edizione 2011 del Memorial, esordisce il 9 maggio 2015 nella Primavera del Milan, in occasione della larga vittoria (4-1) ottenuta a spese del Sassuolo. Da subentrante sforna l’assist per il definitivo 4-1 realizzato da Di Molfetta.


Mario Ferreira


Miglior giocatore della quinta edizione, ruba la scena con numeri circensi che rivelano un repertorio sconfinato e lo fanno somigliare a un Neymar in miniatura. Autentico giocoliere del pallone, è considerato in patria uno dei prospetti più interessanti in chiave futura, come testimoniato dalle diverse presenze nelle selezioni giovanili portoghesi. Acquistato dalla Sampdoria nell’estate del 2016, realizza le sue prime reti italiane nel campionato Under 17 A e B ed esordisce sotto età nel Campionato Primavera.


Alessio Romagnoli

Sconfitto in finale dall’Empoli nell’edizione del 2008, torna protagonista nel 2012 quando, da ospite d’onore, dà il calcio d’inizio della finalissima tra Atalanta e Barcellona. Nello stesso anno, sotto la guida tecnica di Zdeněk Zeman, esordisce in prima squadra con la Roma nella gara di Coppa Italia contro l’Atalanta (3-0), giocando dal primo minuto. Il 22 dicembre seguente, a 17 anni, vive la sua prima volta in Serie A nella partita Roma-Milan (4-2). Alla seconda presenza in massima serie, il 3 marzo 2013, viene schierato titolare e realizza il suo primo gol in Serie A, nella gara vinta 3-1 contro il Genoa all’Olimpico. Ceduto in prestito alla Sampdoria il 1° settembre 2014, conclude la sua esperienza in blucerchiato con 30 presenze e 2 reti, la seconda delle quali realizzata in occasione dell’ultima giornata e decisiva ai fini della qualificazione dei liguri in Europa League. Nell’estate del 2015 viene ceduto a titolo definitivo dalla Roma al Milan per la cifra di 25 milioni di euro, diventando subito titolare inamovibile della retroguardia rossonera. Il 6 ottobre 2016 debutta nella Nazionale maggiore, venendo schierato titolare dal Ct Ventura nella sfida tra gli azzurri e la Spagna valida per le qualificazioni ai Mondiali 2018.

Valerio Verre

Vince sotto età il Campionato Primavera nel 2011 e il 25 agosto dello stesso anno Luis Enrique lo fa esordire in prima squadra, contro lo Slovan Bratislava, nei play-off di Europa League. Ceduto in prestito al Siena, nell’agosto del 2012 realizza il primo gol tra i professionisti, in occasione del match di Coppa Italia vinto dai toscani (4-2) contro il Vicenza. Il 26 dello stesso mese vive il battesimo, da titolare, in serie A contro il Torino. Nel 2013/2014 conquista la serie B Eurobet con il Palermo (20 presenze), mentre nella stagione seguente totalizza 32 presenze e 5 reti con la maglia del Perugia. Nel 2015/2016 ottiene la seconda promozione in Serie A siglando, con la maglia del Pescara, la rete decisiva nella finale play-off con il Trapani. A gennaio del 2017 viene acquistato a titolo definitivo dalla Sampdoria. Regolarmente convocato nelle selezioni giovanili italiane, è stato capitano dell’Under 19 guidata da Alberigo Evani. Il 3 ottobre 2013 riceve la prima convocazione nell’Under 21, nella quale fa il proprio debutto il 12 agosto 2015 in occasione dell’amichevole disputata a Telki contro i pari età dell’Ungheria.

Federico Ricci

Dopo aver sostenuto tutta la trafila nel settore giovanile della Roma, esordisce in prima squadra, alle dipendenze di Rudi Garcia, il 1° dicembre 2013 in Atalanta-Roma 1-1. Ceduto in prestito al Crotone, realizza il 24 dicembre del 2014, contro il Frosinone, il primo gol tra i professionisti. Nella stagione successiva spicca tra i grandi protagonisti della storica ascesa in A dei pitagorici con 11 reti e 8 assist in 36 presenze. Ceduto in prestito al Sassuolo l’estate seguente, il 20 novembre 2016 realizza al “Ferraris” di Genova, contro la Sampdoria, la sua prima rete nella massima serie. Ha inoltre collezionato quattro presenze con l’Under 20 azzurra guidata da Alberigo Evani, con la quale ha disputato anche un incontro valevole per il torneo Quattro Nazioni.

Gianluca Caprari

Tricolore con gli Allievi Nazionali e la Primavera della Roma, esordisce in Champions League l’8 marzo 2011 (a 17 anni) contro lo Shakhtar Donetsk e in serie A il 7 maggio seguente, in Roma-Milan 0-0. Ceduto in prestito al Pescara, realizza la doppietta contro la Sampdoria che consegna la promozione alla squadra di Zeman. Con la maglia del Delfino si impone all’attenzione anche nel torneo cadetto 2015/2016 quando contribuisce, con 13 gol e 12 assist, alla nuova risalita nella massima categoria. Acquistato dall’Inter, resta in prestito in Abruzzo realizzando 9 reti nella Serie A 2016/2017. Nell’estate del 2017 si trasferisce a titolo temporaneo alla Sampdoria.

Federico Viviani

Campione d’Italia Primavera con la Roma nel 2011, agli ordini di Luis Enrique debutta da titolare in occasione dei preliminari di Europa League e, a dicembre dello stesso anno, in serie A contro la Juventus. Secondo miglior marcatore della storia del Latina in serie B con 11 reti, è stato inserito nella top 11 del campionato cadetto stagione 2014/2015. Il 30 giugno 2015 si trasferisce a titolo definitivo al Verona. Il 29 novembre dello stesso anno timbra per la prima volta il cartellino, al Matusa di Frosinone, nella massima serie. Il 31 agosto 2016, dopo aver realizzato tre reti con gli scaligeri, si trasferisce al Bologna con la formula del prestito con diritto di riscatto. Con la Nazionale Under 21 ha preso parte, da vice capitano, alla spedizione europea in Repubblica Ceca.